Pavimenti in PVC

Pavimenti in pvc per interni

I pavimenti in pvc possono essere mono-strato e pressate per uno spessore massimo di mm.2 oppure eterogenee con spessore fino a mm.4.
La pavimentazione viene realizzata in cloruro di polivinile a teli, tipo e colore sono a scelta della Direzione lavori ed è composta da 3 strati indelaminabili, con una superficie trattata con finish poliuretanico denominato
Overcleant per facilitarne la manutenzione ordinaria e straordinaria.
Lo strato d’usura di 0.7 mm è in cloruro di polivinile con l’aggiunta di nano particelle d’argento che rendono il prodotto permanentemente batteriostatico e migliorano la resistenza agli agenti chimici. Lo strato intermedio in PVC compatto rinforzato con fibra di vetro per garantire un’ottima stabilità dimensionale. Lo strato inferiore in schiuma di vinile ad alta densità garantisce un'alta resistenza all'impronta residua ed un ottimo abbattimento acustico. Il trattamento antibatterico del supporto denominato “BIOSTATIC” previene la formazione di germi e batteri.
La pavimentazione soddisfa la norma EN 14041 ed è in possesso del marchio CE.
L’unità produttiva è certificata ISO 9001 e 14001.
Principali caratteristiche tecniche:
- Larghezza: 200 cm (EN 426)
- Spessore totale: 2,60 mm (EN 428)
- Strato d’usura: 0,70 mm (EN 429)
- Peso: 2,7 Kg/ m2 (EN 43o)
- Classe: 34-42 (EN 685)
- Classificazione UPEC: U4 P3 E2/ 3 C2
- Reazione al fuoco : EN 13501-1: classe Brx-s; (poco fumo)
- Abbattimento acustico: 15 dB (ISO 717-2)
- Resistenza alle sedie girevoli: eccellente dopo 100.000 cicli (EN 425)
- Resistenza all’abrasione: gruppo T S 0,08 mm (EN 660)
- Impronta residua: - Stabilità dimensionale: - Resistenza alla luce: grado 7 scala dei blu (EN 20105 —- B02)
- Proprietà elettrostatiche: Antistatico. Il potenziale elettrostatico sulle persone è inferiore a 2 kV (EN 1815)
- Proprietà antiscivolo: R10 (ZH 1/ 571)
- Conducibilità termica: 0,25 W/m.k. (EN 12524)
- Resistenza agli agenti chimici: buona
- Proprietà antibatterica: forte, indice o (EN ISO 846)

Modalità di posa
I sottofondi saranno lisci, consistenti, privi di crepe, asciutti, con un’umidità inferiore al 2,5%.
Per quanto sopra e per quanto riguarda le rasature ed i collanti idonei ci si attiene alle prescrizioni delle case produttrici di collanti.
Per la corretta posa del Sarlon occorre procedere all’acclimatazione del materiale, per un periodo di almeno 24 ore, a temperatura superiore ai 15°C. Ove richiesto, si procede alla saldatura a caldo dei giunti con apposito cordolo.
A posa ultimata, il pavimento in Sarlon viene pulito ed opportunamente protetto, per impedire che possa essere danneggiato durante l’esecuzione di eventuali opere successive.